I Nostri Nipoti

Location


Palazzo Pallavicini Rospigliosi

Il complesso di Palazzo Pallavicini Rospigliosi, un meraviglioso insediamento al centro di Roma, sul colle del Quirinale, si estende là dove un tempo sorgevano le imponenti Terme di Costantino i cui resti sono ancora oggi visibili al di sotto del livello pensile del Casino dell’Aurora.
La realizzazione del Palazzo fu voluta e iniziata nel 1610 dal cardinale Scipione Borghese, nipote di papa Paolo V, che desiderava una grande dimora vicina alla residenza papale del Palazzo del Quirinale.
Il progetto fu affidato a Flaminio Ponzio, che modificò le irregolarità del terreno creando un giardino a più livelli, ma vi contribuirono successivamente anche altri noti architetti come Carlo Maderno, Giovanni Vasanzio e Onorio Longhi.
Fu grazie al mecenatismo del cardinale Scipione Borghese che oggi possiamo ammirare gli straordinari affreschi che abbelliscono il Casino dell’Aurora (Guido Reni, Antonio Tempesta, Paul Bril), il Casino delle Muse (Agostino Tassi, Orazio Gentileschi) e la Loggia della Pergola (Paul Bril, Guido Reni).
Dal 1616, anno in cui il Cardinal Borghese vendette il palazzo al duca Giovanni Angelo Altemps, si succedettero altri proprietari tra cui i Bentivoglio, il cardinal Mazzarino e, nel 1708, il Principe Giovanni Battista Rospigliosi, nipote di papa Clemente IX, che sposando la Principessa Maria Camilla Pallavicini trasformò l’immenso palazzo in abitazione della famiglia Pallavicini Rospigliosi.
Ancora oggi una parte del Palazzo, non accessibile al pubblico, è di proprietà della famiglia Pallavicini che ne custodisce la straordinaria Galleria, una delle più significative raccolte d’arte private esistenti. Avviata da Niccolò Pallavicini agli inizi del 1600 la collezione oggi include più di 600 dipinti oltre a disegni, sculture e arredi. Tra i più importanti artisti si annoverano Botticelli, Lorenzo Lotto, Peter Paul Rubens, van Wittel, Luca Signorelli, Diego Velàzquez, Domenichino, van Dyck, Lorenzo Monaco e Guido Reni.